I malati di Sla, sclerosi laterale amiotrofica, sono tornati a farsi sentire con forza dalla politica. Dopo l’annuncio dello sciopero della fame e della sete e il sit in di protesta davanti alla sede del Ministero dell’Economia, oggi i rappresentanti del Comitato 16 Novembre Onlus sono riusciti ad avere una risposta dal Governo che ha preso un impegno verso le loro richieste: convocazione entro 45 giorni del tavolo interministeriale sulla non autosufficienza e domiciliarità indiretta, chiarimento su ripartizione dei 350 milioni di euro del FNA.
I rappresentanti del Comitato 16 Novembre Onlus hanno avuto un incontro con il Sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti, il Sottosegretario al Lavoro Franca Biondelli e il Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo. Al termine dell’incontro, i tre Sottosegretari hanno assunto i seguenti impegni:

  • convocazione entro 45 giorni del tavolo interministeriale con la partecipazione delle Regioni e aperto a tutte le associazioni, richiesto già da tempo dal Comitato 16 Novembre Onlus, per la definizione di un piano nazionale sulla non autosufficienza, con particolare attenzione al tema della domiciliarità indiretta;
  • approfondimento dei riflessi dell’ inclusione nell’ ISEE delle provvidenze sociali;
  • chiarimento dei criteri di ripartizione dei 350 milioni di euro del FNA nel senso della destinazione ai malati gravissimi del 30% di 275 milioni più gli ulteriori 75 milioni già a tal fine vincolati, procedendo, ove necessario, all’apposita riformulazione del decreto interministeriale.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)