Settimana bianca, fioccano i rincari (foto Pixabay)

Fiocca la neve e fioccano i rincari sulla settimana bianca. Se la stagione turistica invernale può partire, le famiglie che possono permettersi la settimana bianca (c’è da considerare che servono giorni liberi e servono denari) dovranno mettere in conto una spesa più salata dell’11% rispetto allo scorso anno. Sono rincarati i costi dello ski pass e quelli dell’attrezzatura, l’hotel e il ristorante. Il risultato, dice Federconsumatori sulla base di un monitoraggio sui prezzi, è che per una famiglia di quattro persone la settimana bianca può arrivare a costare ben oltre 6 mila euro.

Settimana bianca, Federconsumatori: oltre 6300 euro per una famiglia di quattro persone

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha esaminato i costi che una famiglia di quattro persone, due adulti e due ragazzi, dovrà affrontare per una settimana bianca di 7 giorni e 6 notti presso una delle località sciistiche più note in Italia. L’analisi ha considerato le principali località sciistiche in Veneto, Valle d’Aosta, Trentino-Alto Adige, Lombardia, Abruzzo e centro Italia.

«Emergono – spiega Federconsumatori – costi proibitivi: nella stagione 2022-2023 una famiglia spenderà mediamente per hotel skipass, pasti e attrezzatura da sci ben 6.381,98 euro, l’11% in più rispetto alla stagione precedente. Gli aumenti più elevati riguardano il costo dello skipass (+15%), il noleggio dell’attrezzatura (+13%), i pasti e l’hotel (+10%)».

Il monitoraggio dei prezzi fatto da Federconsumatori prende in esame una media dei costi della settimana bianca nella stagione 2022/2023 rispetto a quella precedente. Le voci comprendono noleggio dell’attrezzatura da sci, costi per l’albergo e per il ristorante, la voce ski pass.

Per noleggiare sci e racchette servono in media 23 euro al giorno; per gli scarponi quasi 13 euro (entrambe le voci in aumento, rispettivamente del 12% e dell’8% rispetto al 2021/2022). Per l’intera attrezzatura da sci Federconsumatori calcola un costo di quasi 273 euro a settimana (più 13% in un anno).

Il costo per l’albergo (camera doppia con colazione, 3-4 stelle) è stimato in 95 euro al giorno a persona (più 10% rispetto al 2021/2022) per un totale di 584 euro a persona per l’intera settimana.

Aumenta il costo dello ski pass: il giornaliero va dai 46,60 euro dello scorso anno agli oltre 53 euro di quest’anno (più 14%); il settimanale passa da 264 euro a quasi 304 euro (più 15%).

Sulle voci attinenti al ristorante, fra pranzo al rifugio, al sacco e cene per una settimana, l’associazione stima un costo di circa 435 euro a persona per i sette giorni, per un totale di 1595 euro.

La regione in cui è più costoso trascorrere la settimana bianca è il Veneto, con un costo nel 2023 di 1.812 euro a persona. La spesa invece si riduce a 1.534,56 euro a persona se si decide di trascorrere la settimana bianca in una delle località dell’Abruzzo o del centro Italia. Qui il risparmio deriva soprattutto dai costi degli alberghi, inferiori di circa il 25% rispetto a quelli delle altre mete più a nord. A queste spese va poi aggiunto il costo dei carburanti e del pedaggio. Un viaggio da Milano a Cortina d’Ampezzo costerà circa 78 euro a tratta; da Roma a Roccaraso il costo a tratta è, invece, di circa 39 euro.

Settimana bianca, vacanza elitaria

La settimana bianca non è vacanza per molti. E anche chi non rinuncerà in diversi casi opterà per qualche giorno e per una contrazione dei costi, con soluzioni più economiche.

«Si tratta, in ogni caso, di costi estremamente elevati, che rendono sempre più élitaria la vacanza ad alta quota – spiega Federconsumatori – Nonostante ciò, il numero di presenze sulle piste sarà elevato: a compensare le difficoltà e le rinunce delle famiglie italiane vi sarà la ripresa del turismo straniero, soprattutto da Austria, Svizzera e Germania. Tra gli italiani, invece, in molti decideranno, pur di non rinunciare del tutto al brivido della montagna, di ridurre la durata del proprio soggiorno a 3-4 giorni, magari cercando ospitalità presso amici e parenti, oppure optando per b&b, ostelli e soluzioni di pernottamento più economiche».


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)