Back to school, cosa cercano gli utenti in rete?

Un europeo su due cerca informazioni sanitarie online

Un europeo su due cerca informazioni sanitarie online. Il dr Google e i suoi simili colpiscono ancora. La tendenza a cercare informazioni sanitarie online accumuna ormai la metà dei cittadini europei, che vanno sul web per saperne di più su temi quali malattie, ferite, alimentazione, modi per migliorare lo stato di salute e simili.

In una recente indagine 2020 sull’uso delle tlc, fatta da Eurostat e relativa ai tre mesi precedenti, emerge che il 55% dei cittadini europei di età compresa dai 16 ai 74 anni ha cercato informazioni sanitarie online.

È una tendenza in aumento negli anni. Sale del 2% rispetto all’anno precedente, quando era il 53%. E del 21% rispetto alla rilevazione del 2010, quando i cittadini europei che dichiaravano di cercare informazioni sanitarie online erano il 34%.

Inoltre, prosegue Eurostat, il 20% dei cittadini dell’UE ha riferito di aver fissato un appuntamento con un professionista su Internet. Sono di meno, il 13%, coloro che hanno avuto accesso ad altri servizi sanitari attraverso un sito web o un’app invece di visitare l’ospedale o andare di persona da un medico. L’11% dei cittadini ha avuto accesso alla propria cartella clinica online.

 

seeking health information online
Seeking health information online. Eurostat 2021

 

 

Informazioni sanitarie online, le cerca il 35% dei cittadini in Italia

Come per molti altri comportamenti, anche la ricerca di informazioni sanitarie online risente di forti differenze nazionali.

È una tendenza più diffusa in Finlandia e nei Paesi Bassi, meno popolare in Romania e in Bulgaria. Sembra anche meno popolare in Italia, dove a cercare informazioni sanitarie online è il 35% della popolazione. Anche se il dato potrebbe variare, considerato che per l’Italia questa percentuale si basa su dati del 2019.

La percentuale di persone che cercano informazioni sanitarie online per scopi privati ​​varia quindi nei diversi Stati membri dell’Ue. Nel 2020, la percentuale più alta è stata registrata in Finlandia, dove il 77% delle persone di età compresa tra 16 e 74 anni ha cercato online argomenti relativi alla salute negli ultimi tre mesi. A seguire ci sono Paesi Bassi (76%), Danimarca (72% ) e Germania (70%).

Al contrario, le percentuali più basse ci sono in Romania (28%), Bulgaria (29%), Italia (35% con dati 2019) e Polonia (43%).

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)