cambio look

Finisce l'amore, si cambia look

L’amore ci fa belli, la fine di un amore forse ancor di più. Con San Valentino alle porte è facile imbattersi nelle mille promozioni dell’amore che trionfa e che richiede regali, cioccolatini e gioielli e fiori e tutto l’armamentario messo insieme, in un tripudio di offerte commerciali che vorrebbero esaltare sentimento e invece vendono business. Ma se gli affari sono affari, anche la fine di un amore può essere un affare. Non per chi lascia o viene lasciato, ma per parrucchieri e saloni di bellezza che si trovano davanti ex partner più o meno disperati (meno, si spera) che vogliono prima di tutto ripartire. E cercano di ripartire cambiando il look.

 

pianoforte e rose

 

Finisce l’amore, si cambia il look

Oltre una persona su tre ha stravolto almeno una volta nella vita il suo look dopo un dramma sentimentale. E non se n’è pentito. È quanto racconta Uala.it, sito e applicazione che si occupa del mondo beauty, che per San Valentino ha fatto un sondaggio su 300 utenti per capire quale sia il rapporto fra love & beauty, fra amore e cambiamento di aspetto.

Il risultato, invero poco originale, è che quando finisce un amore si cerca di ristrutturarsi e di consolarsi: via dunque a trattamenti per la pelle, giornate al centro benessere e ovviamente un taglio drastico (e un cambio di colore) per i capelli.

«Non sembra essere un caso che l’espressione “colpi di testa” si applichi spesso agli innamorati, visto che quasi la metà degli intervistati (49%) ammette che le proprie vicende amorose influenzino abbastanza o molto i propri cambi di look», dicono da Uala.

Dieta, sport, cambio chioma

Il 39% degli intervistati dice che, dopo una delusione amorosa, almeno una volta nella vita ha dato una svolta drastica al proprio aspetto. Lunghi capelli biondi che diventano tagli a spazzola, virate di colore, e ancor prima dieta e sport: come si cambia per non morire, verrebbe da dire richiamando la strofa, come si cambia per ricominciare.

«Che si tratti del celebre breakup cut, la spuntatina che diventa taglio estremo dopo la rottura con il proprio partner, o di una trasformazione radicale grazie a un nuovo colore, cambiare qualcosa del proprio aspetto a seguito di una relazione che si chiude è priorità per quasi un intervistato su tre, secondo solo al desiderio di ritrovare o migliorare la forma fisica con alimentazione e allenamento (40%). Segue la volontà di allargare il giro di conoscenze: quasi una persona su 5 prova a cambiare compagnia di amici per trovare stimoli nuovi».

E forse, aggiunge il cronista disincantato, anche per trovare un nuovo partner con cui mettere alla prova la capacità di conquista del nuovo look scelto per conquistare un nuovo partner o la stima in sè stessi (da ripetere all’infinito, specialmente alla voce stima personale).

 

salone di bellezza trattamento uomo
Trattamenti di bellezza uomo

 

Ristrutturazione & consolazione

Per chi sia interessato al binomio ristrutturazione & consolazione, chi sceglie trattamenti di bellezza dopo una delusione sentimentale sembra focalizzarsi soprattutto su trattamenti per la pelle, seguiti da una giornata in spa e dalla tradizionale seduta dal parrucchiere per chioma&colore. E attenzione: non si pente quasi nessuno. Anche perché, diciamo la verità, coccolarsi non fa mai male.

«Ma cosa succede dopo aver dato il via al parrucchiere per la sforbiciata o per l’applicazione della tinta? Nonostante la scelta dettata spesso più dal sentimento che dalla ragione, appena il 13% se ne pente. Voltare pagina iniziando a regalarsi un nuovo aspetto infatti, per la stragrande maggioranza degli intervistati (87%) si è rivelato un toccasana, anche a detta di parenti e amici che hanno commentato positivamente il nuovo look».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)