Ryanair

Non prevediamo di operare voli durante i mesi di aprile e maggio, ma ciò dipenderà ovviamente dai consigli del Governo e, in ogni caso, rispetteremo tutte le direttive che verranno emanate”, si legge nel comunicato diffuso oggi  dal CEO di Ryanair Michael O’Leary, rivolto ai suoi clienti. Lo stop dei voli si conferma anche per le compagnie low cost che fanno capo a Ryanair: Buzz, Lauda e Malta Air.

Ogni passeggero che ha subito la cancellazione del proprio volo a seguito delle restrizioni dei governi, nell’arco di due settimane riceverà una mail con tutte le opzioni disponibili.

Si apprende, inoltre, da fonte Ansa che da oggi sarà chiuso anche l’aeroporto di Bruxelles-Charleroi, uno dei principali hub continentali per la compagnia low cost irlandese.

Ryanair comunica di aver preso questa decisione in seguito alle restrizioni adottate dai Governi dell’UE per contenere il contagio da Covid-19. Restrizioni che hanno imposto, tra le misure, il divieto di volo, ad eccezione di un numero limitato di viaggi per riportare i passeggeri bloccati all’estero nel loro Paese d’origine.

Le comunicazioni importanti avverranno via mail

Inoltre comunica di aver ridotto il personale d’ufficio del 50% per poter mantenere la distanza di sicurezza adeguata, pertanto tutte le comunicazioni importanti verranno trasmesse ai clienti via mail.

“Vi chiediamo cortesemente di non chiamare il nostro servizio clienti poiché, considerando la riduzione del personale, potremo gestire solamente i casi più urgenti dei Clienti che dovranno essere rimpatriati nell’arco dei prossimi giorni”, si legge nel comunicato.

Ryanair elimina il supplemento per il cambio volo su tutte le prenotazioni di aprile

Questa comunicazione segue la nota diffusa dalla compagnia il 17 marzo in merito all’eliminazione del supplemento per il cambio volo su tutte le prenotazioni di aprile, con le seguenti disposizioni:

– I clienti potranno cambiare gratis il proprio volo e posticiparlo ad un’altra data
– Il supplemento per il cambio volo non verrà fatto pagare
– I clienti dovranno solo pagare la differenza del prezzo del volo
– Il cambio di data del volo si applicherà sulle rotte che i clienti hanno già prenotato
– Consigliamo ai clienti di non cercare di cambiare i propri voli ad altre date nel mese di aprile.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)