Firmato decreto sui carburanti, 30 cent in meno fino al 2 agosto (fonte foto: pexels-skitterphoto)

Firmato il decreto sui carburanti, 30 centesimi in meno fino al 2 agosto. Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, hanno firmato il Decreto Interministeriale che proroga fino al 2 agosto le misure attualmente in vigore per ridurre il prezzo finale dei carburanti.

Si estende così fino a tale data il taglio di 30 centesimi al litro per benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione.

È una misura che può bastare? Non secondo le associazioni dei consumatori, per le quali è una proroga deludente, insufficiente e che, al limite, doveva essere estesa fino a settembre.

Codacons: taglio insufficiente

Per il Codacons la proroga del taglio delle accise sui carburanti è insufficiente e non risolve l’emergenza dei prezzi.

«Di fronte alla crescita senza freni dei listini alla pompa, limitarsi a prorogare lo sconto sulle accise appare assolutamente inadeguato – dice il presidente Carlo Rienzi – A dimostrarlo sono i numeri: nonostante la riduzione delle accise già in vigore da marzo, oggi un litro di benzina costa il 28,5% in più rispetto allo stesso periodo del 2021, con la spesa per il pieno che sale di circa 23 euro. Va peggio per il gasolio, il cui prezzo sale del 37,5% su base annua con un maggiore costo per il pieno di 27,7 euro».

Questo significa, stima il Codacons, che una famiglia oggi paga 552 euro in più l’anno per il rifornimento di benzina e 664 euro in più l’anno per il gasolio.

Assoutenti: deludente, andava prorogato almeno fino a settembre

Il provvedimento è “deludente” anche per Assoutenti.

«Prima di tutto non si capisce perché il taglio delle accise debba valere solo fino al 2 agosto, considerato che nell’intero mese di agosto si concentrano le partenze degli italiani per le vacanze estive, e quindi la misura andava prorogata almeno fino a settembre – dice il presidente Furio Truzzi – In secondo luogo lo sconto sulle accise non produrrà una riduzione di benzina e gasolio alla pompa, i cui listini come abbiamo visto stanno aumentando costantemente, al punto che da inizio anno i prezzi della benzina sono saliti del +19,7%, mentre il gasolio è rincarato addirittura del +26,4%».

«Questo perché – prosegue Truzzi – le speculazioni sui carburanti hanno di fatto vanificato la riduzione delle accise, e l’unica misura davvero utile che il Governo può adottare per salvare famiglie, imprese e l’intero sistema economico è ricorrere a tariffe amministrate per benzina e gasolio, con i prezzi che, in questo momento di emergenza, vengono imposti dallo Stato».

Federconsumatori: il taglio delle accise diventi strutturale

Federconsumatori chiede invece che il taglio delle accise diventi strutturale.

“Bene ma non benissimo”, dice l’associazione, per la proroga del taglio delle accise è una misura necessaria ma non sufficiente per calmierare il caro carburanti. Secondo i calcoli dell’associazione, che chiede un’azione contro le speculazioni sui prezzi, «tenendo conto delle variazioni del costo del petrolio, del livello di cambio e del taglio delle accise, sui carburanti vi è attualmente un sovrapprezzo di circa 32 centesimi, che si traduce, per una famiglia con una sola automobile che effettua 2 pieni al mese di circa 50 litri, in un aggravio di 384 euro annui in termini diretti».

Ci sono poi le ripercussioni sui listini per il trasporto della merce su gomma, che Federconsumatori stima in circa 218 euro l’anno a famiglia. L’associazione chiede non solo «controlli e sanzioni nei confronti di chi specula sul mercato interno e sui mercati internazionali» ma anche di rendere «strutturale la riduzione delle accise» e di definire un tetto massimo ai prezzi presso i distributori. «È ora, inoltre, di ridefinire l’imposizione dell’IVA sui carburanti, applicando tale tassa solo sul costo netto e non più sull’importo comprensivo di accise, come avviene oggi, con l’applicazione di una vera e propria tassa sulla tassa».


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)