OSSERVATORIO. Mutui in Italia: volume di erogazioni in crescita di 3.046 milioni di euro

La casa è il desiderio primario di ogni italiano che voglia rendersi autonomo dalla famiglia o costruirne una propria. Nella maggior parte dei casi, poi, gli stessi italiani preferirebbero investire del denaro più che nell’affitto dell’abitazione, nell’acquisto dell’immobile in modo da garantirsi, alla fine della rateizzazione, una casa di proprietà. Per fare questo, nonostante gli abitanti della penisola risultino grandi risparmiatori, è necessario nella maggior parte dei casi, attivare un finanziamento, magari online confrontando i mutui di CheBanca! con quelli di Mutuo Arancio o altri, e scegliendo tra questi il più conveniente.

Secondo uno studio diffuso da Tecnocasa nel secondo trimestre del 2010 si è registrata una crescita dell’erogazione dei mutui per l’acquisto di abitazioni in Italia. Il volume di erogazioni mutui è stata infatti di 16.181 milioni di euro, 23% in più rispetto allo stesso periodo del 2009. L’importo medio dei mutui relativo al secondo trimestre di quest’anno su tutto il territorio nazionale è stato pari a circa 125.000 euro, circa +7% rispetto allo stesso periodo del 2009. A livello regionale i valori medi invece si presentano sostanzialmente eterogenei: i mutui medi più alti si riscontrano in Valle d’Aosta (141.000 euro), i più bassi in Calabria (72.000 euro).

Per sapere quale potrebbe essere la situazione per chi vorrebbe sottoscrivere un mutuo oggi, abbiamo individuato le proposte più convenienti attraverso il sistema di confronto di Supermoney per il profilo di 36enne con un lavoro a tempo indeterminato e un reddito di 1800 euro, che desidera stipulare un mutuo di 130 mila euro a tasso fisso, per 25 anni e per una abitazione del valore di 220 mila euro.

Il primo mutuo casa che risulta essere il più conveniente è Mutuo Fisso di CheBanca!, a cui il cliente corrisponderebbe una rata mensile pari a 690 euro con un Taeg di 4,16 %.

Il secondo e il terzo mutuo sono rispettivamente Mutuo Last Minute della Banca Popolare di Verona con rata di 689 euro e 4,24% di Taeg e Domus Giovani di Intesa Sanpaolo con rata pari a 731 euro e Taeg del 4,77%.

Per lo stesso profilo che sceglie il mutuo con le caratteristiche di cui sopra ma con un tasso variabile classico, il primo mutuo risultante dal confronto è Mutuo Variabile di CheBanca! con 560 euro di rata mensile e Taeg 2,19 %; il secondo è Mutuo Arancio proposto da ING Direct, a cui corrisponde una rata mensile di 564 euro con Taeg del 2,23%; segue al terzo posto il mutuo Bello Basso di Credem con una rata mensile di 568 euro e Taeg 2,41%.

I mutui presentati sono relativi al profilo creato. Per avere subito il preventivo più adatto alle proprie esigenze e conoscere le diverse possibilità offerte dal mercato bancario tradizionale e online, è possibile effettuare un confronto mutui casa semplice, veloce, gratuito e su misura su Supermoney.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.