Attività sciistiche, Assoutenti: azzerata la spesa per le vacanze invernali

Attività sciistiche, Assoutenti: azzerata la spesa per le vacanze invernali

Le attività sciistiche amatoriali sono vietate fino al 5 marzo 2021. È quanto stabilito dal Ministro della SaluteRoberto Speranza, con una nuova Ordinanza.

“Allo stato attuale non appaiono sussistenti le condizioni per ulteriori rilasci delle misure contenitive vigenti, incluse quelle previste per il settore sciistico amatoriale”, ha affermato il Comitato Tecnico Scientifico (CTS).

Attività sciistiche, Assoutenti: consumi crollano per 1.090 euro a cittadino

“La chiusura degli impianti sciistici anche nell’ultima parte della stagione avrà effetti a cascata sull’economia del comparto e su tutto l’indotto, con una riduzione media dei consumi pari a 1.090 euro a cittadino”, lo afferma Assoutenti, analizzando le ripercussioni dello stop deciso dal Governo agli impianti da sci.

 

attività sciistiche

 

“Il settore del turismo invernale interessa 11 milioni di italiani che tra dicembre e marzo si spostano per trascorrere giorni di vacanza sulla neve – spiega il presidente Furio Truzzi – Consumatori che pernottano in strutture ricettive, utilizzano treni e aerei, acquistano cibi e bevande, prodotti di abbigliamento per la neve e accessori, comprano souvenir e usano strutture e servizi locali pagando le relative tariffe. Un tesoretto che, tra spese dirette, indirette e filiera, vale complessivamente 12 miliardi di euro annui, e che è stato ora azzerato dal Covid”.

Secondo l’associazione, la situazione attuale cancellerà quindi di netto i consumi degli italiani in tale settore.

“Con conseguenze pesanti non solo per le imprese del comparto, ma anche per una miriade di attività dell’indotto i cui ricavi sono legati al turismo invernale”, conclude Truzzi.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)