Ancora una denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori contro la pratica del secondary ticket nella vendita online dei biglietti di concerti ed eventi sportivi. L’Associazione ha presentato una denuncia all’Antitrust per pratica commerciale scorretta segnalando l’impossibilità di acquistare i biglietti sul internet www.ticketone.it a causa del repentino esaurimento degli stessi in pochi minuti dal momento di apertura della vendita.
“La nostra iniziativa – spiega Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’Unione Nazionale Consumatori – fa seguito alle molteplici segnalazioni giunte ai nostri sportelli che hanno messo in evidenza la mancanza, sul sito di ticketing, di strumenti tecnici idonei ad evitare l’acquisto massivo di tagliandi con modalità fraudolente”.
Nel concreto, sembrerebbe infatti che per acquistare online sulla piattaforma TicketOne non sia richiesta alcuna procedura di sicurezza (ad esempio con la compilazione del codice di sicurezza Captcha, tipicamente utilizzato per verificare la natura del soggetto che sta operando dall’altra parte dello schermo). Questa mancanza di un software identificativo dell’utente da parte della società TicketOne S.p.A. si traduce di fatto in grave disparità di trattamento a danno del consumatore permettendo, a coloro che usano robot informatici, di acquistare grandi quantità di biglietti, in brevissimo tempo, che poi vengono rivenduti nel mercato del secondary ticketing a prezzi molto più alti.
“Per questo chiediamo all’Antitrust di valutare la condotta professionale in modo da garantire la parità di condizione tra gli utenti, la correttezza delle informazioni fornite al consumatore circa la reale disponibilità di biglietti italiani”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)