Contro lo spreco di cibo arriva una partnership fra Edenred e Banco Alimentare per promuovere il recupero delle eccedenze alimentari: con il progetto Siticibo sarà infatti possibile recuperare il cibo già cucinato e non consumato e consegnarlo in poche ore a diversi enti benefici. Contro l’emergenza alimentare,  gli oltre 120.000 partner commerciali affiliati al network Ticket Restaurant di Edenred potranno donare le loro eccedenze alimentari a enti benefici grazie al programma Siticibo, una collaborazione tra Edenred e Banco Alimentare Onlus.
Si legge in una nota: “Il programma Siticibo è nato a Milano nel 2003, in applicazione della “Legge del Buon Samaritano” che ha lo scopo di recuperare il cibo nella ristorazione organizzata. L’iniziativa permette di recuperare il cibo già cucinato e non consumato e di consegnarlo in poche ore a diversi enti benefici, laddove il bisogno è più urgente, grazie al lavoro di volontari. Già nel 2012 il progetto ha raggiunto risultati considerevoli arrivando a recuperare e poi distribuire 295 tonnellate di pane e frutta ed un totale di 659.817 piatti pronti, ossia cibo cotto”.
“Edenred in Italia è il principale crocevia tra domanda ed offerta in pausa pranzo: oltre 120.000 affiliati e 1,2 milioni di persone che pranzano, ogni giorno, con i nostri Ticket Restaurant®. Riteniamo doveroso agire da cassa di risonanza affinché il fenomeno dello spreco di cibo, se non eliminato, possa diventare una risorsa. Per questo motivo ci siamo rivolti a Banco Alimentare, mettendo a loro completa disposizione tutti i nostri canali di comunicazione per promuovere il programma Siticibo da un lato, e la raccolta di fondi a favore di Fondazione Banco Alimentare Onlus dall’altro – ha dichiarato Sabrina Citterio, Responsabile Corporate Social Responsibility di Edenred Italia – La nostra attività di Responsabilità Sociale d’Impresa è incentrata proprio sul tema della sana alimentazione e della sostenibilità a essa legata”.
“Siamo lieti – afferma Paolo Cattini, Responsabile Comuncazione e Raccolta Fondi di Fondazione Banco Alimentare Onlus – che Edenred dimostri grande sensibilità verso l’attività di recupero quotidiano delle eccedenze alimentari operata dalla Rete Banco Alimentare in particolare presso la ristorazione organizzata; il programma “Siticibo” resta il “fiore all’occhiello” della nostra attività ‘anti-spreco’ quotidiana, che nel 2013 ci ha permesso di recuperare globalmente da tutta la filiera agroalimentare 71.500.000 kg di alimenti e di ridistribuirli a chi aiuta 1.800.000 poveri in Italia, alimenti che se non salvati sarebbero stati inevitabilmente gettati via”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)