Cucina, il Coronavirus porta gli italiani a riscoprire ricette e piatti fatti in casa

Con l’emergenza Coronavirus, gli italiani si riversano in cucina e riscoprono il piacere di preparare i pasti in casa cimentandosi con ricette e piatti che solo fino a pochi giorni fa compravano già pronti nei take away dei supermercati.

Gli acquisti di piatti pronti calano addirittura del 18%, con la rosticceria che sfiora i 27%.

Meno uscite, più tempo in cucina

Secondo Coldiretti si tratta di un andamento della spesa che non si era mai registrato in passato dettato soprattutto dall’esigenza di passare il tempo fra le mura domestiche per le limitazioni alle uscite imposte dalle misure restrittive anti pandemia che ha spinto prepotentemente al ritorno della cucina casalinga fai da te.

Lo dimostra l’aumento degli acquisti di lievito di birra (+122%) di farina (+90%), di mozzarella anche per fare la pizza (+25%) di latte UHT (+21%), le conserve di pomodoro (+17%), zucchero (+9%) nello stesso arco di tempo.

 

Cucina_Mattarello
Tutti in cucina a preparare dolci e pizze

Dolci e piatti tradizionali

Si è tornati a preparare dolci, pane e pasta fatta in casa secondo una tradizione che appassiona oggi quasi una famiglia su tre (32%) secondo l’indagine Coldiretti Ixè che evidenzia peraltro che l’82% degli italiani cerca di acquistare prodotti Made in Italy per sostenere l’economia ed il lavoro del territorio.

La preparazione casalinga dei piatti tradizionali in questo periodo è una attività tornata ad essere gratificante per uomini e donne e all’interno delle mura domestiche dove a partire dalla prima mattina con la colazione si decide il menu per poi proseguire durante il giorno nella preparazione delle ricette con il contributo dell’intera famiglia e il coinvolgimento dei appassionato dei più piccoli.

L’iniziativa di Coldiretti

Dagli agricoltori di Campagna Amica arriva l’invito a tutte le famiglie ad inviare le proprie videoricette e le esperienze in cucina nella casella posta@campagnamica.it con le migliori che verranno pubblicate.

Se in passato infatti erano soprattutto i più anziani ad usare il matterello, memori spesso di un tempo familiare casalingo, adesso – precisa la Coldiretti – la passione si sta diffondendo anche tra i più giovani e tra persone completamente a digiuno delle tecniche di preparazione che hanno riscoperto nella cucina a casa, magari con l’aiuto di moderne tecnologie, anche un modo per impegnare il tempo in attesa della fine della pandemia.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)