Sicurezza alimentare, ogni anno una persona su dieci si ammala per il cibo contaminato

Sicurezza alimentare, ogni anno una persona su dieci si ammala per il cibo contaminato (Fonte immagine: Pixabay)

Cibo più sicuro, salute migliore“: questo il tema della Giornata Mondiale della Sicurezza Alimentare, che ricorre oggi, promossa dall’OMS e dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO). Un tema che richiama l’attenzione sul ruolo che un cibo nutriente e sicuro svolge nel garantire la salute e il benessere dell’uomo e sulle azioni necessarie per rendere gli alimenti più sicuri.

In occasione della Giornata di oggi prende il via anche la seconda edizione della campagna di comunicazione #EUChooseSafeFood dell’Efsa, con l’obiettivo di rispondere ai dubbi dei consumatori in tema di alimentazione.

Sicurezza alimentare e salute

Gli alimenti pericolosi contenenti batteri, virus, parassiti o sostanze chimiche nocive provocano più di 200 malattie, dalla diarrea al cancro.

Secondo le stime disponibili sul sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno circa 600 milioni di persone – quasi 1 persona su 10 nel mondo – si ammalano dopo aver mangiato cibo contaminato e 420.000 muoiono ogni anno. I bambini di età inferiore ai 5 anni portano il 40% del carico di malattie di origine alimentare, con 125.000 decessi ogni anno.

 

 

“È necessaria una buona collaborazione tra governi, produttori e consumatori per contribuire a garantire la sicurezza alimentare e sistemi alimentari più forti“, afferma l’OMS.

Per questi motivi, secondo la FAO e l’OMS “garantire la sicurezza alimentare è una priorità per la salute pubblica. Sistemi efficaci di sicurezza alimentare e di controllo della qualità sono fondamentali non solo per salvaguardare la salute e il benessere delle persone, ma anche per favorire lo sviluppo economico e migliorare i mezzi di sussistenza promuovendo l’accesso ai mercati nazionali, regionali e internazionali”.

Alcuni consigli per i consumatori

In occasione della Giornata di oggi, la FAO ha diffuso una Guida su come promuovere la sicurezza alimentare.

Cosa può fare il consumatore per tutelare la propria salute? Prima di tutto tenersi informato. Seguono, poi, alcune raccomandazioni utili per la vita quotidiana.

“Scelte dietetiche sicure e sane aiutano a ridurre il carico globale di malattie e favoriscono sistemi alimentari sostenibili – si legge nella Guida. – Pratica la manipolazione sicura degli alimenti a casa. Segui le cinque indicazioni chiave dell’OMS per un cibo più sicuro: mantenere una corretta igiene, separare il cibo crudo da quello cotto, cuocere accuratamente, conservare il cibo alle giuste temperature e utilizzare acqua sicura”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

 

 

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)