cambiamento climatico

Conferenza sul clima, la Cop 26 sarà il prossimo anno

C’è la data per la Cop 26, la Conferenza sul clima delle Nazioni Unite. Si svolgerà dal 1 al 12 novembre 2021 a Glasgow. In programma alla fine di quest’anno, la conferenza era stata rinviata ad aprile a causa della pandemia da coronavirus, che aveva consigliato un rinvio dell’evento. La decisione finale sulla data della conferenza è stata presa dai rappresentanti dell’ufficio Cop dell’ UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change), insieme ai partner britannici e italiani.

In tutto il periodo che precede l’appuntamento, da qui a novembre 2021, il Regno Unito «continuerà a lavorare con tutti i soggetti coinvolti per aumentare l’azione per il clima, costruire resilienza e ridurre le emissioni. La nuova data consentirà inoltre al Regno Unito e ai nostri partner italiani di sfruttare le presidenze del G7 e G20 in arrivo per guidare le ambizioni climatiche».

 

 

 

Cop 26, non perdere di vista la sfida del clima

La pandemia da coronavirus ha dunque consigliato di posticipare la conferenza sul clima, considerata l’emergenza sanitaria che le nazioni si sono ritrovate ad affrontare. Questo però non deve far perdere di vista l’allarme ambientale, è stato da subito sottolineato, che si pone come una sfida a lungo termine per l’intero pianeta. Senza contare il richiamo, arrivato dalle sigle ambientaliste e non solo, a partire da quanto successo con la pandemia per ripensare decisamente il rapporto fra essere umano, natura e pianeta.

«Mentre giustamente ci concentriamo nella lotta contro la crisi immediata del Coronavirus, non dobbiamo perdere di vista le enormi sfide del cambiamento climatico», ha detto Alok Sharma, Presidente della COP26

«Con le nuove date per la COP26 ora concordate, stiamo lavorando con i nostri partner internazionali su una ambiziosa tabella di marcia per un’azione globale per il clima tra oggi e novembre 2021 – ha detto Sharma  – I passi che intraprendiamo per ricostruire le nostre economie avranno un profondo impatto sulla futura sostenibilità, sulla resilienza e sul benessere delle nostre società e la COP26 può essere l’occasione in cui il mondo si unisce per una ripresa pulita e resiliente».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)