Just Transition Fund, le richieste del WWF (Fonte: WWF)

Just Transition Fund, le richieste del WWF (Fonte: WWF)

Il 14 settembre il Parlamento europeo voterà sul Fondo Just Transition (per la giusta transizione) da 17,5 miliardi di euro, che mira a sostenere gli Stati membri dell’UE nella loro transizione verso la neutralità climatica. Lo ricorda il WWF, che sottolinea la “possibilità per gli eurodeputati di contribuire a liberare le regioni europee dai combustibili fossili e di sostenere la creazione di un vero sviluppo e di nuovi posti di lavoro sostenibili”.

“Gli eurodeputati hanno davanti una scelta cruciale. Possono aiutare le regioni più vulnerabili d’Europa ad aprire le porte a un futuro sostenibile. Oppure possono sottrarre denaro a quelle stesse regioni per destinarlo a un altro combustibile fossile, il gas, e quindi a scelte incompatibili con gli obiettivi climatici che gli eurodeputati stessi dicono di sostenere – ha dichiarato Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia. – Oggi abbiamo le tecnologie, le competenze, l’occasione per puntare la barra verso il futuro e sostenere davvero lo sviluppo delle regioni più svantaggiate”.

 

Fondo Just Transition

Fondo Just Transition, le richieste del WWF

Secondo il WWF, per ottenere risultati concreti, il meccanismo europeo per la Giusta Transizione dovrebbe mettere in atto tre azioni fondamentali:

  • escludere il gas e i combustibili fossili in genere e finanziare solo i progetti coerenti con un’Europa sostenibile e neutrale dal punto di vista climatico entro il 2040.
  • Richiedere che i piani siano allineati con gli obiettivi climatici dell’UE per accedere ai fondi, premiare i progetti con più ambizioni climatiche e includere le date di eliminazione del carbone al massimo nel 2030 e del gas al più tardi nel 2035 a livello europeo.
  • Incoraggiare e consentire partenariati efficaci sostenendo la trasparenza e un impegno significativo, anche con la società civile, i governi locali e i sindacati.

“Permettere all’industria del gas di ottenere fondi dal Just Transition Fund sarebbe in diretta contraddizione con il concetto di una giusta transizione verso un’economia a zero emissioni di carbonio – spiega il WWF. – Il gas fossile non ha più un ruolo nella transizione che è andata troppo lenta e va accelerata. Non vi è, inoltre, alcuna prova che creerebbe molti o dignitosi posti di lavoro, anzi in molti casi il tasso di occupazione sarebbe inferiore persino a quello degli altri combustibili fossili, mentre ogni milione di dollari (USD) investito nelle energie rinnovabili crea un numero di posti di lavoro tre volte superiore a quello dei combustibili fossili”

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)