School strike for climate

Sciopero per il clima

I cambiamenti climatici preoccupano più delle disuguaglianze sociali. Più dei grandi flussi migratori. E fra i giovani della Generazione Z, quelli nati fra la fine degli anni Novanta e il 2010, questo atteggiamento è ancora più netto. Il 64% dei nativi digitali indica infatti il climate change al primo posto fra le situazioni e le realtà che preoccupano maggiormente.

Non è un caso, forse, considerato che sono proprio quei giovani che hanno affollato le piazza del Fridays for Future alla scoperta di un nuovo ruolo politico e con la volontà di far sentire chiara la loro voce. E non è un caso che la loro opinione sia molto più netta rispetto alla generalità della popolazione anche sul ruolo e sulla figura, finanche sulla simpatia, di Greta Thunberg. Per i giovani Greta è una leader in fieri e ha ragione quando accusa i governi e gli adulti di averle rubato il futuro.

 

Sondaggio Swg
Sondaggio Swg, le preoccupazioni degli italiani. PoliticAPP 2019

 

I cambiamenti climatici preoccupano più di disuguaglianze e migrazioni

Sono i dati di un sondaggio PoliticAPP di Swg sulla lotta ai cambiamenti climatici fatto fra il 25 e il 30 settembre su 800 persone maggiorenni.  I cambiamenti climatici sono al primo posto fra le preoccupazioni condivise dell’opinione pubblica.

Fra le situazioni e le realtà che preoccupano maggiormente gli italiani, infatti, il 51% indica i cambiamenti climatici, ma la percentuale sale significativamente al 64% fra i giovani della Generazione Z. Al secondo posto, col 37%, c’è l’aumento delle disuguaglianze sociali. Al terzo la stagnazione economica, col 29% delle risposte, e quasi a pari merito (28%) i grandi flussi migratori. Molto indietro stanno invece il terrorismo (19%), la debolezza della democrazia (17%) o le guerre commerciali fra paesi (11%).

I partiti (89%) e le aziende (90%) devono impegnarsi di più nella lotta al cambiamento, è opinione condivisa dalla grande maggioranza del campione.

 

sondaggio swg
Sondaggio Swg, Greta e la Generazione Z. PoliticAPP 2019

 

Greta: la Generazione Z è con lei

Il sondaggio cerca di analizzare anche la percezione e l’atteggiamento nei confronti di Greta Thunberg, la giovane attivista che ha catalizzato l’attenzione del movimento come pure dei media.

Il 49% del campione la trova simpatica (ma è il 60% fra la generazione Z) e per la maggioranza delle persone è una leader in fieri (57% complessivo del campione ma 77% fra i giovani).

Greta ha affermato che governi e generazioni adulte, non interessandosi dell’ambiente e del clima, hanno rubato i sogni dei ragazzi e la loro infanzia. Sono molto d’accordo con questa affermazione il 40% dei giovani della Generazione Z e un altro 40% si dice abbastanza d’accordo. Insomma: otto giovani su dieci condividono l’opinione di Greta.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)