Dal 1° ottobre una serie di domande di prestazioni e servizi richieste all’Inps viaggerà online. A partire da quella data, infatti, nuovi servizi saranno coinvolti nel processo di telematizzazione che si concluderà a metà del prossimo anno, quando tutte le domande di prestazioni e servizi saranno disponibili online. È quanto rende noto l’Istituto, che precisa come dal 1° ottobre potranno essere presentate online le seguenti domande: visite mediche di controllo da parte dei datori di lavoro, per cui inizia il periodo transitorio che terminerà il 30 novembre; assegni familiari per i coltivatori diretti, mezzadri e coloni, per i quali inizia il periodo transitorio che terminerà il 30 novembre; autorizzazione ai versamenti volontari per il Fondo di previdenza per il personale dipendente delle aziende private del gas, il Fondo speciale per il personale dipendente dalla Ferrovie dello Stato S.p.a. e l’Istituto Postelegrafonici (IPOST), per cui inizia il periodo transitorio, che terminerà il 31 dicembre.

Spiega l’Inps che il processo di digitalizzazione delle domande di prestazione avviene con gradualità per ciascun servizio, assicurando un periodo transitorio durante il quale le consuete modalità di presentazione continuano comunque ad essere in vigore. Terminato il periodo transitorio, le domande non possono più essere presentate in modalità cartacea, ma solo attraverso il canale web (avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto, www.inps.it), via telefono al contact center integrato, al numero verde 803164 e attraverso i servizi telematici offerti dai patronati e tutti gli intermediari dell’Istituto.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)