Scade venerdì prossimo il termine per il versamento dei contributidovuti per i collaboratori domestici. Al fine di facilitare la procedura di calcolo di quanto dovuto dal datore di lavoro, l’Inps sta inviando in questi giorni 700 mila lettere: questa iniziativa verrà accompagnata da un programma di controlli per monitorare il settore e contrastare gli impieghi in nero.

Le lettere contengono anche i bollettini di conto corrente prestampati e precompilati con la somma dei contributi previdenziali per i prossimi trimestri.

Tra le novità, l’Inps ricorda che i versamenti possono essere effettuati non solo presso gli sportelli di Poste Italiane, ma anche nelle banche, nelle tabaccherie (che espongono il logo Reti Amiche) e on line, sul sito www.inps.it. Inoltre, viene spiegato che per non incorrere in sanzioni l’eventuale versamento dei contributi per trimestri già scaduti non deve superare i 30 giorni dall’arrivo della lettera.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)