La Regione Lombardia, in collaborazione con la nota casa farmaceutica Pfizer, sta per intraprendere un ambizioso programma in campo sanitario, che prevede la realizzazione nei prossimi tre anni di 5 progetti specifici: la ricerca sulle cause di patologie improvvise (dette SIDS) come la morte in culla; uno studio sui percorsi diagnostico-terapeutici, in particolare sul problema del diabete; campagne informative sui corretti stili di vita; la diffusione della telemedicina nei piccoli comuni lombardi; ed infine il performance health management, ossia uno studio statistico per l’organizzazione e la valutazione della sanità nella Regione.

Il programma, per realizzare il quale il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e il presidente e amministratore delegato di Pfizer Italia, Per-Oluf Olsen, hanno firmato un Protocollo d’intesa, è stato definito "Progetto Virgilio".

Il piano triennale, che la Pfizer finanzierà con 1.550.000 euro, va ad aggiungersi alle azioni previste dal Piano socio-sanitario regionale (2002-2004) che aveva già tra le sue priorità: le attività di ricerca per migliorare le fasi di prevenzione, diagnosi e cura delle malattie; il controllo e la cura delle malattie ad ampio impatto sociale; la salute materno infantile, la prevenzione e cura della patologia cardio-cerebro- vascolare; l’educazione in campo sanitario.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)