Il Parlamento Europeo propone 103 misure per dimezzare i morti sulle strade europee entro il 2020. In una risoluzione appena approvata, l’Aula chiede di promuovere l’utilizzo degli alcol test blocca-motore sui veicoli commerciali e per passeggeri e propone un limite di velocità europeo di 30km/h per le aree residenziali. Sono indispensabili, inoltre, una maggiore formazione per i giovani dai 17 anni e un limite di presenza di alcol nel sangue pari a zero per i primi due anni di patente. I deputati propongono anche un’analisi delle cause degli incidenti, con uno scambio di informazioni all’interno dell’UE, nel pieno rispetto della privacy. L’Aula sollecita la presentazione di un nuovo piano d’azione per combattere la mortalità in strada e armonizzare la segnaletica, i codici della strada e i limiti per l’alcol.

L’obiettivo di lungo termine della risoluzione è scongiurare completamente i decessi da incidenti stradali, riducendo del 50% i morti, del 40% i ferirti gravi e del 60% i decessi di bambini su strada entro il 2020. I deputati chiedono infine alla Commissione europea di designare un coordinatore per aiutare i governi nazionali ad applicare il piano d’azione. La scelta delle misure da adottare e la loro valutazione necessitano di un approccio scientifico basato su dati, definizioni e statistiche di alta qualità.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)