Animali_ commercio illegale

Commissione d'indagine per la protezione degli animali

Una commissione d’inchiesta per indagare sulle presunte violazioni delle norme UE sul benessere degli animali durante il trasporto. Lo hanno deciso oggi i deputati del Parlamento europeo con 605 voti favorevoli, 53 contrari e 31 astensioni.

Su cosa indagherà la commissione

La commissione indagherà sulle presunte violazioni nell’applicazione del diritto comunitario relative alla protezione degli animali durante il trasporto all’interno e all’esterno dell’UE, per via aerea, stradale, ferroviaria e marittima.

La nuova commissione esaminerà la presunta incapacità della Commissione UE di agire sulla base delle prove di gravi e sistematiche violazioni delle norme UE quando si spostano animali vivi all’interno dell’UE e verso paesi terzi. Indagherà su una sospetta mancanza di attuazione e applicazione delle disposizioni dell’UE durante il trasporto quali lo spazio per gli animali, l’abbeveraggio, l’alimentazione e lettiera, le temperature e il sistema di ventilazione.

“Finalmente il Parlamento europeo decide di dare una risposta alle migliaia di cittadini che dicono basta al trattamento disumano di milioni di animali, costretti a interminabili viaggi, ammassati a centinaia, senza né cibo né acqua e con temperature che spesso raggiungono i 40 gradi. Grazie a questa Commissione d’inchiesta indagheremo sulle responsabilità dell’esecutivo europeo e delle autorità nazionali che hanno permesso un vero e proprio Far West, dove i controlli risultano pressoché inesistenti e le violazioni delle norme europee la regola anziché l’eccezione. Con il voto di oggi siamo un passo più vicini alla fine di questo incubo”, afferma l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Eleonora Evi.

I futuri membri della commissione potrebbero inoltre esaminare il modo in cui la Commissione e gli Stati membri garantiscono il rispetto delle norme UE sulla gestione degli animali trasportati, sui viaggi a lunga distanza, sulla prevenzione dei ritardi e sul trasporto di animali non idonei e di animali non svezzati.

Potrebbero anche indagare sulla presunta incapacità delle autorità esecutive e nazionali dell’UE di far rispettare le norme UE sul benessere degli animali trasportati anche al di fuori dell’Unione, quando si spostano animali vivi dall’UE verso paesi terzi.

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)