Musica, Antitrust impone a Meta la ripresa delle trattative con Siae

Musica, Antitrust impone a Meta la ripresa delle trattative con Siae (Foto di KNFind da Pixabay)

Musica, Antitrust impone a Meta la ripresa delle trattative con Siae

L’Autorità adotta misure cautelari per un presunto abuso di dipendenza economica da parte di Meta, che dovrà anche fornire tutte le informazioni necessarie nell’ambito della ripresa delle trattative. Su Facebook e Instagram saranno di nuovo disponibili i contenuti musicali, previa autorizzazione Siae

L’Antitrust ha deliberato di adottare misure cautelari nei confronti di Meta Platforms Inc., Meta Platforms Ireland Limited, Meta Platforms Technologies UK Limited e Facebook Italy S.r.l. nell’ambito dell’istruttoria avviata il 4 aprile per presunto abuso di dipendenza economica nei confronti di Siae nella negoziazione avente ad oggetto la stipula della licenza d’uso, sulle proprie piattaforme, dei diritti musicali.

Meta, l’indagine Antitrust

Dopo la presentazione delle memorie scritte e l’audizione delle parti – si legge nella nota dell’Antitrust – l’Autorità ha ritenuto che “sussistano i presupposti per adottare le misure cautelari“.

In particolare, “l’Antitrust ha individuato la dipendenza economica di Siae da Meta sulla base della presunzione prevista, per le piattaforme digitali, dall’articolo 9 della legge n. 192 del 1998, sottolineando come in questo caso i criteri valutativi debbano essere differenti rispetto a quelli utilizzati di solito per gli altri settori economici tradizionali”.

“In tale contesto – spiega – il comportamento di Meta sembra avere natura abusiva e tale da determinare un danno grave e irreparabile alle dinamiche competitive nei mercati relativi alla gestione dei diritti d’autore, incidendo su tutti i soggetti che compongono la filiera (autori, soggetti che contribuiscono alla creazione dell’opera e tutelati dalla legge sul diritto d’autore, collecting societies che tutelano questi diritti, utenti finali)”.

Pertanto, l’Autorità ha disposto che il gruppo di Mark Zuckerberg “riprenda immediatamente le trattative, mantenendo un comportamento ispirato ai canoni di buona fede e correttezza e provveda a fornire tutte le informazioni necessarie onde consentire a SIAE di ripristinare l’equilibrio nel rapporto commerciale con Meta. Inoltre, previa autorizzazione di Siae, Meta dovrà ripristinare la disponibilità dei contenuti musicali su Facebook e su Instagram“.

Infine, l’Autorità ha disposto che, “in caso di disaccordo tra le parti in ordine alla quantità e alla qualità delle informazioni da fornire da parte di Meta, nominerà un fiduciario che le individui. Il soggetto fiduciario dovrà essere terzo, indipendente e in possesso di adeguata competenza tecnica”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)