Copertura vaccinale, i dati del Ministero della Salute

Coperture vaccinali nell'infanzia e nell'adolescenza, i dati del 2019

Aumentano le coperture vaccinali nell’infanzia e nell’adolescenza. La tendenza è complessivamente in miglioramento per l’anti-polio (in 14 regioni) e la prima dose di vaccino contro il morbillo, per la copertura vaccinale contro la varicella e per i recuperi dei bambini che si sono vaccinati in ritardo rispetto a quanto raccomandato, a tre anni e a quattro anni.

I dati vengono dal Ministero della Salute che ha pubblicato i numeri sulle coperture vaccinali per l’infanzia e l’adolescenza relativi al 2019, sulla base dei dati trasmessi dalle Regioni e relativi alle coorti di nascita 2017, 2016 e 2015 (cicli di base entro i 24 mesi e recuperi entro i 36 e i 48 mesi), 2012 e 2011 (richiami in età pre-scolare a 6 anni e recupero a 8 anni), 2001 e 2003 (richiami nell’adolescenza a 16 e 18 anni).

 

Coperture vaccinali, i dati del Ministero della Salute
Coperture vaccinali

 

 

Coperture vaccinali e infanzia

I dati di copertura vaccinale al 31 dicembre 2019 indicano che la copertura nazionale a 24 mesi, relativa dunque ai bambini nati nel 2017, raggiunge il 95,01% nei confronti della polio (usata come proxi per le vaccinazioni contenute nell’esavalente): si perde lo 0,08% rispetto al 2018, ma con 14 regioni che superano il 95% e 3 che vi si avvicinano.

La tendenza è in miglioramento anche per la copertura della prima dose di vaccino contro il morbillo, che arriva al 94,49%, con un +1,27% rispetto all’anno precedente, con 9 regioni che superano il 95% e solo 1 che ha una copertura inferiore al 90%.

Aumenta inoltre la copertura vaccinale per la varicella: nel 2019 raggiunge il 90,50% nel 2019 con un +16,27% rispetto al 2018.

Più 6,71% nella copertura vaccinale per il rotavirus (si passa dal 19,44% nel 2018 al 26,15% nel 2019) e tendenza in aumento anche per il meningococco B (+22,92%: 46,06% nel 2018 vs 68,98% nel 2019). Aumentano anche le coperture nei confronti della vaccinazione anti-pneumococcica (+0,11%: 91,89% nel 2018 vs 92,00% nel 2019).

La tendenza è positiva anche per le coperture vaccinali a 36 mesi e a 48 mesi, che fotografano la quota di bambini inadempienti alle vaccinazioni precedenti e recuperati, anche se in ritardo. Il Ministero sottolinea che «l’effettuazione delle vaccinazioni in ritardo, rispetto ai tempi previsti dal Calendario vaccinale, espone questi bambini ad un inutile rischio di malattie infettive, più frequenti e gravi nei primissimi anni di vita».

Coperture vaccinali in età prescolare e in adolescenza

Riguardo alle vaccinazioni in età pre-scolare, generalmente somministrate a 5-6 anni, si registra una diminuzione del 2,09% per la quarta dose di anti-polio (90,71% nel 2018 vs 88,62% nel 2019) e dell’1,62% per la seconda dose (ciclo completo) di anti-morbillo (89,20% nel 2018 vs 87,58% nel 2019).

Per le vaccinazioni eseguite entro gli 8 anni, c’è un aumento dell’1% per quanto riguarda il morbillo (seconda dose) raggiungendo il 90,20% (rispetto al dato registrato al 31 dicembre 2018 nella stessa coorte) mentre la copertura nei confronti della polio (quarta dose) aumenta dello 0,95% arrivando al 91,66%.

La rilevazione sulle coperture vaccinali nell’adolescenza riguarda i sedicenni e i diciottenni. C’è anche qui un miglioramento, anche se più limitato rispetto al passato, e un leggero aumento per l’anti-difterica (che raggiunge il 70,87% nel 2019) e l’antimorbillo (seconda dose) che guadagna il 3,90% (85,72% nel 2018 vs 89,62% nel 2019); nei diciottenni si osserva un aumento del 3,33% per anti-difterica e dell’1,38% per la seconda dose di anti-morbillo.

Coperture vaccinali e differenze regionali

Le coperture vaccinali risentono di differenze regionali anche se la forbice si sta riducendo. La copertura a 24 mesi contro la polio è inferiore al 90% solo nella P.A. di Bolzano (dove si attesta all’81,18%), mentre nelle altre si va dal 91,14% della Sicilia al 97,47% dell’Abruzzo, con 14 regioni che superano la soglia del 95%.

Ci sono differenze ampie nella vaccinazione contro il morbillo: si passa dal 75,53% nella P.A. di Bolzano al 96,11% in Toscana ma a parte la provincia di Bolzano nessuna regione ha coperture inferiori al 91% e 9 regioni hanno una copertura superiore al 95%, raccomandata dall’OMS.

Aumenta infine la copertura vaccinale contro la varicella, diventata gratuita e obbligatoria a partire dai nati nel 2017, anche se non è stato raggiunto l’obiettivo del 95%.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)