Bonus psicologo, si potrà richiedere dal 18 marzo (Fonte immagine Ministero Salute)

C’è la circolare dell’Inps per richiedere il bonus psicologo. Dal 18 marzo sarà possibile presentare la richiesta del contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia, il cosiddetto bonus psicologo. Il beneficio è destinato ai cittadini richiedenti con Isee non superiore ai 50mila euro. La domanda potrà essere presentata fino al 31 maggio 2024. Il budget della misura, come scrive il Sole 24 Ore, è in tutto di 13 milioni di euro per il 2024.

 

Bonus psicologo. non basta (foto pixabay)

 

Salute mentale e sanità pubblica

«La salute mentale, specialmente dei nostri giovani, è una priorità di sanità pubblica – ha detto il ministro della Salute Orazio Schillaci – Dal 2023 abbiamo reso strutturale il bonus psicologo aumentando fino a 1.500 euro l’importo del contributo che i cittadini possono chiedere. Lo abbiamo rifinanziato e aumentato ulteriormente per il 2024 con il decreto Milleproroghe. Questa misura rientra nell’ambito di una strategia complessiva su cui siamo impegnati, anche con le attività del tavolo per la salute mentale, per potenziare la rete dei servizi sul territorio e per promuovere la cultura della salute mentale con particolare riguardo al contrasto dello stigma».

Il decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 febbraio 2022, n. 15, ha introdotto il contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia (il bonus psicologo), per fornire assistenza psicologica ai cittadini che, nel periodo della pandemia e della crisi economica, hanno visto accrescere le condizioni di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica. La Legge di Bilancio 2023 ha poi reso strutturale il bonus psicologo, innalzando l’importo massimo a 1.500 euro per persona.

L’accesso al bonus psicologo è destinato alle persone in condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, che possono beneficiare di un percorso psicoterapeutico. È riconosciuto una sola volta per anno a chi, al momento della domanda, abbia residenza in Italia e Isee non superiore a 50 mila euro.

Il contributo può avere un valore non superiore a 1.500 euro per persona e viene modulato in base all’Isee del richiedente.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)