giuseppe conte

Giuseppe Conte

Bene ma si può fare di più per le famiglie. Questo il tenore del commento che l’Unione Nazionale Consumatori rilascia davanti al provvedimento del Governo, che ha approvato il decreto #CuraItalia a sostegno della sanità, dei lavoratori e delle famiglie per l’emergenza coronavirus. Un provvedimento che mette in campo 25 miliardi. Il Ministro Roberto Gualtieri ha confermato che si è deciso di utilizzare tutto l’indebitamento netto autorizzato dal Parlamento di 25 miliardi per l’emergenza Coronavirus.

UNC: aiuti deludenti per le famiglie

«Ottima notizia. Lo stanziamento di 25 miliardi è sicuramente consistente, pari ad una manovra di bilancio. Il problema, però, sono le misure previste. Se per le aziende ci sono misure importanti, gli aiuti finora emersi per le famiglie ed i consumatori sono deludenti ed insoddisfacenti – ha detto Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – Ci domandiamo, ad esempio, perché chi ha figli fino a 12 anni potrà chiedere un congedo parentale solo fino a un massimo di 15 giorni e non per tutto il periodo in cui sono stati sospesi i servizi educativi per l’infanzia o le scuole e poi perché è prevista un’ìndennità pari al 50% della retribuzione e non al 100%».

L’associazione si sofferma anche sul tema energia. «Non sappiamo che fine abbia fatto la proposta di abolizione degli oneri di sistema per luce e gas. Speriamo che il provvedimento sia rimasto, visto che vi sarebbe un risparmio medio, su base annua, pari a 160 euro a famiglia».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)