Più libri più liberi, si parte il 7 dicembre

Mancano pochi giorni alla nuova edizione, la ventunesima, di Più libri più liberi, la fiera dedicata agli editori italiani piccoli e medi, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana editori (AIE). Si tiene ancora una volta alla Nuvola dell’Eur, a Roma, dal 7 all’11 dicembre.

Il tema e i numeri della fiera

5 giorni, oltre 600 appuntamenti, 500 espositori, provenienti da tutto il Paese, che presenteranno al pubblico le novità e il proprio catalogo.

Il tema scelto è “Perdersi e Ritrovarsi”, in linea con l’instabilità che viviamo su più fronti a livello globale, tema ricalcato anche all’identità visiva ufficiale della fiera, che ritrae le onde del mare, colorato e in tempesta, a firma ancora di Lorenzo Mattotti. Questo a testimoniare ancora una volta che i libri sono uno strumento di testimonianza e di partecipazione attiva a quanto accade nel mondo, e di libertà. In questa direzione, c’è grande attesa per l’appuntamento con Azar Nafisi, l’autrice di “Leggere Lolita a Teheran” che torna in Italia dopo molto tempo, in esclusiva per Più libri più liberi, dove, mentre in Iran i giovani scendono in piazza a rischio della vita per protestare contro uno spietato regime dittatoriale, discuterà della situazione nel suo Paese in un dialogo con Michela Murgia.

L’editoria si trasforma, insieme al mondo: è digitale, internazionale, connessa con altri settori

Altro tratto che caratterizza l’edizione 2022 di PLPL è l’attenzione data, attraverso il calendario degli incontri professionali e non, alle trasformazioni dell’editoria legate alla tecnologia, ai canali di condivisione social, alle esigenze di accessibilità e inclusività della lettura e alla cosiddetta nuova normalità creatasi dopo la pandemia. Una trasformazione non solo da un punto di vista di chi legge, con le tante forme di lettura e condivisione che oggi si hanno a disposizione, ma anche a livello industriale. Ad apertura degli incontri professionali, il 7 dicembre ci sarà la presentazione dell’indagine sull’andamento del mercato a un mese dal Natale: «Come finirà questo 2022. Un anno che speravamo normale». Sempre il 7, al potere del passaparola digitale per il mondo dell’editoria e della cultura, è dedicato l’incontro a cura di TikTok in collaborazione con AIE.

L’8 dicembre con «I social che stanno cambiando il mercato» si toccherà il ruolo che l’ecosistema digitale sta avendo – molto più dell’e-book – nel cambiare la filiera. Un altro percorso del programma professionale tocca la lettura. Un primo incontro sarà il 9 dicembre con «Gli altri modi di leggere» sulle altre e diverse forme di lettura «editoriale» che si muovono nella rete. Tutto nello spettro di un’editoria sempre più internazionale e interconnessa con gli altri media.

Finalmente un nuovo accordo con il mondo libraio, dopo anni di pressione

La grande novità poi è che la fiera, dal 2025, sarà spostata da periodo di svolgimento attuale, pre-natalizio, in risposta alle richieste del comparto librerie, che lamenta da anni i rischi di ricadute negative sulle vendite natalizie dovute all’attuale calendario dell’evento. Da tempo Ali, l’associazione di categoria dei librai, ha portato avanti la richiesta anche disertando la fiera e manifestando le proprie ragioni alla stampa, alle istituzioni e ai lettori.

Grazie anche all’appoggio di Confcommercio Roma, finalmente queste richieste sono state accolte.

Programma della fiera e partecipazione agli eventi

Quello di quest’anno si preannuncia un programma particolarmente ricco di ospiti nazionali e internazionali. Tutti gli appuntamenti sono disponibili qui https://plpl.it/eventi/. I filoni tematici sono diversi: attualità, giornalismo, storia scienza e ambiente scienza e ambiente scienza e ambiente.

Confermata anche quest’anno la Più Libri TV che permetterà agli utenti di seguire gli eventi più importanti della fiera sia live che on demand. Sul web la Fiera è presente con il sito www.plpl.it e con l’attività sui principali social network. Da quest’anno è aperto anche il canale TikTok, digital partner della fiera, con video e contenuti extra. L’hashtag ufficiale della manifestazione è #piulibri22. Disponibile dal 23 novembre anche l’app della manifestazione per dispositivi iOS e Android.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Valeria Cecilia
Valeria Cecilia
Romana, classe ‘73. Dopo la laurea in Scienze Politiche ho iniziato a scrivere, tra un lavoro e l’altro (ho cambiato 13 aziende, volutamente, nei primi 5 anni), per Time Out e Zu Zone Urbane, poi per D di Repubblica, la Repubblica, L’Unità, Italia Oggi. Dal 2005, sempre come libera professionista, ho iniziato a occuparmi di comunicazione, ufficio stampa e poi social media, per agenzie di Relazioni Pubbliche e aziende. Nel frattempo ho frequentato molti corsi di scrittura e editing in diversi scuole, e così, nel 2021, ho provato a realizzare un sogno e cambiare tutto: ho fondato insieme a Valentina Murmura chiticredidiessere.com e ho iniziato a fare l’editor free lance per autori, editori e organizzazioni private. Collaboro con il Foglio e ho sempre nuovi progetti.

Parliamone ;-)