lampadina

Distacchi e bonus sociali, i provvedimenti dell'Arera

I distacchi per morosità di elettricità, gas e acqua sono bloccati fino al 17 maggio. Mentre ci sarà più tempo, fino al 31 luglio, per chiedere il rinnovo dei bonus sociali di energia e acqua. Sono gli ultimi due provvedimenti decisi a fine aprile dall’Autorità per l’energia (Arera) fra le misure a sostegno delle famiglie durante l’emergenza Covid-19.

 

Fornitori energia
L’Arera sospende i distacchi per morosità di acqua, luce e gas

 

Distacchi per morosità di energia e acqua

L’Arera ha dunque prorogato al 17 maggio, per i soli clienti domestici, i provvedimenti con i quali aveva già stabilito il blocco delle procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua.

Con le nuove misure di contenimento dell’epidemia, e dopo i primi risultati del monitoraggio fatto sul potenziale impatto finanziario, l’Autorità «ritiene opportuno – informa in una nota – continuare ad assicurare la tutela dei clienti e degli utenti domestici, in modo proporzionato e adeguato a garantire anche la necessaria sostenibilità finanziaria degli interventi per tutta la filiera dell’energia e dell’ambiente».

«Il provvedimento di proroga, quindi, conferma il blocco dei procedimenti di morosità fino al 17 Maggio 2020, per tutti i clienti domestici dell’energia elettrica e per i clienti domestici gas con consumi non superiori a 200.000 Smc/anno. Per il settore idrico il provvedimento è ugualmente valido per tutte le utenze domestiche».

Al termine della proroga, i fornitori dovranno riavviare le procedure di costituzione in mora dei clienti, rispettando i tempi di preavviso previsti dalle regole settoriali (energia, gas, acqua). La prima comunicazione di sollecito o di costituzione in mora dovrà contenere l’offerta al cliente/utente di poter rateizzare i relativi importi senza il pagamento di interessi.

 

Rubinetto aperto
L’Arera sospende i distacchi per morosità di acqua, luce e gas

 

Nuova proroga per rinnovare i bonus sociali

Ci sarà più tempo per chiedere il rinnovo dei bonus sociali elettrico, gas e idrico. Una misura adottata in favore dei cittadini che beneficiano dei bonus e che potrebbero avere difficoltà logistiche a presentare la domanda di rinnovo dei bonus nei termini precedentemente previsti.

L’Autorità ha deciso infatti che «per i consumatori cui il bonus è in scadenza nel periodo 1 marzo–31 maggio 2020 (la precedente data ultima era il 30 aprile), è data la facoltà di rinnovare la domanda per l’erogazione dei bonus oltre la scadenza originaria prevista, prolungando i tempi fino al 31 luglio 2020 – informa Arera – Una volta accettata la domanda, a seguito delle normali verifiche, sarà garantito lo “sconto” in modo continuato e retroattivo a partire dalla data di scadenza originaria. Il rinnovo ha la consueta durata complessiva di 12 mesi».

Il bonus sociale è un sconto sulla bolletta per assicurare un risparmio sulla spesa di elettricità, gas e acqua alle famiglie in disagio economico e fisico e alle famiglie numerose. I requisiti per ottenere il bonus sociale acqua, luce o gas sono una soglia massima ISEE di 8.265 euro o, per le famiglie con almeno 4 figli a carico, ISEE non superiore a 20 mila euro. Dopo diverse segnalazioni dell’Autorità il Governo ha previsto che il riconoscimento dei bonus per gli aventi diritto diventi automatico, quindi senza necessità di presentare apposita domanda, a partire dal 2021.

«In questa fase il tema dei bonus, al quale prestiamo da sempre molta attenzione, assume ulteriore centralità. L’Autorità – ha detto il presidente Stefano Besseghini – ha recentemente segnalato a Governo e Parlamento l’opportunità di una norma che preveda anche il rinnovo automatico dei bonus per ulteriori dodici mesi, fino all’avvio del riconoscimento automatico in base all’ISEE già previsto a partire dall’anno 2021. Con l’automatismo dei bonus, cui seguirebbe un ampliamento significativo della platea di effettivi beneficiari, e con l’introduzione del bonus rifiuti, per il quale si attendono i decreti attuativi, il supporto alle famiglie vulnerabili aggiungerà due elementi sostanziali».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)