Stabilimenti balneari, le misure anti Covid per la riapertura

Stabilimenti balneari, prezzi in aumento già a giugno

La voglia di mare riparte già a giugno. Ma il costo degli stabilimenti balneari nell’estate 2021 non lascia presagire una buona annata in termini di spesa per le famiglie, se già a giugno ci sono aumenti medi di oltre il 13% per l’abbonamento settimanale sotto l’ombrellone, e di oltre il 4% per quello giornaliero.

Ombrellone e due lettini a giugno costano in media oltre 21 euro di sabato o domenica. Mentre lo stesso servizio settimanale costa quasi 136 euro. Con forti differenze, però, perché alcune località di mare sono decisamente più costose di altre. Gli stabilimenti balneari sono più cari sulla costa tirrenica e ligure, dove ad esempio un ombrellone e due lettini per una settimana costano intorno ai 177 euro.

 

 

costi stabilimenti balneari
Indagine nazionale sulla spesa famiglie negli stabilimenti balneari a giugno 2021, Centro studi Ircaf

 

I costi degli stabilimenti balneari, giugno 2021

E siamo solo a giugno, commenta il centro studi Ircaf che ha svolto un’indagine sulla spesa delle famiglie negli stabilimenti balneari a giugno. Le politiche di prezzo e i servizi degli operatori turistici per una vacanza al mare, si domandano i ricercatori, sono in linea con le aspettative che delle famiglie, che vorrebbero tornare nelle località balneari ma si muovono in un paese in grande difficoltà?

Il centro studi ha analizzato il costo medio di un ombrellone e due lettini nelle settimane di inizio stagione, dal 12 al 19 giugno, per capire come si presenta il quadro delle politiche di prezzo e servizio sulle spiagge alla luce delle  linee guida del Governo, delle ordinanze regionali e locali. L’indagine è stata fatta telefonicamente su 45 stabilimenti balneari delle località più rinomate in tutte le regioni affacciate sul mare.

In linea generale, i costi degli stabilimenti balneari a giugno registrano un aumento medio sul 2020 del 4,11% per l’abbonamento giornaliero e del 13,90% per quello settimanale.

In media per un ombrellone e due lettini in quarta fila, di sabato o di domenica, servono 21,79 euro: rispetto allo scorso anno i prezzi sono aumentati del 4,11% (a giugno 2020 si stava sotto i 21 euro).

La spesa media settimanale per un ombrellone e due lettini è invece di 135,97 euro, con un aumento di ben 16,59 euro sul 2020, pari a un rincaro del 13,9%.

Ci sono però forti differenze di prezzo e di offerte fra gli stabilimenti balneari. “E siamo solo in giugno”, commentano dal centro studi.

Mare che vai, prezzo che trovi

«Per un giornaliero si va da un massimo 50 euro a Sabaudia, 45 a Punta Ala, ad un minimo di 10 euro giornalieri a Grado, a Praia di Mare, ecc. Si tratta di prezzi – dice Ircaf nell’indagine – che riflettono la diversità dei servizi sul territorio, standard diversi che si rivolgono ad una vasta gamma di turisti, con diverse possibilità economiche e che tendono ad aumentare significativamente nel mese di luglio ed agosto dove i prezzi sono più elevati».

Ci sono località di mare più care di altre, ovviamente. E ci sono aumenti di sei volte maggiore fra gli stabilimenti balneari sul Mar Tirreno e Ligure rispetto a quelli che si trovano sull’Adriatico e sullo Ionio.

Per un ombrellone e due lettini di sabato o domenica, ad esempio, la spesa media giornaliera sul mare Adriatico/Ionio si attesta a giugno intorno ai 15,92 euro; mentre è intorno ai 97 euro per l’abbonamento settimanale. L’aumento dei prezzi rispetto allo scorso anno è 3,24% sui prezzi settimanali mentre cala nel giornaliero, probabilmente per una strategia promozionale commerciale, con una flessione di oltre l’11%.

Sono invece più cari gli stabilimenti balneari della costa tirrenica e ligure, dove il costo medio è di 28 euro al giorno (più 15,65% in più rispetto al 2020) mentre per il settimanale la spesa si attesta a 177,29 euro, con un aumento su base annua di 28,18 euro, pari al più 18,90%. La spesa media nel mare Tirreno, dice ancora il centro studi, è del 75% in più per il giornaliero e dell’82% per il settimanale rispetto alla spesa nel mare Adriatico.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)