vacanza

Vacanze d'agosto 2021

Vacanze d’agosto, il grande classico. Il primo weekend di agosto restituisce «segnali di vita per il turismo», con circa 7 milioni di pernottamenti previsti per il fine settimana dal 30 luglio al 1° agosto. Il settore ci spera, nella ripresa dei flussi turistici, e l’inizio del mese «lancia dei segnali incoraggianti per il turismo», dice Assoturismo Confesercenti.

 

 

vacanza all'aria aperta
Vacanza all’aria aperta, la tendenza dell’estate 2021

 

Vacanze d’agosto, si parte. L’ultimo fine settimana prima del green pass

Il primo fine settimana di agosto e «l’ultimo primo del green pass» sembra registrare oltre un milione di pernottamenti in più rispetto a quelli dello stesso periodo di agosto nel 2020, per un fatturato di circa 800 milioni di euro per la filiera di turismo. Le stime CTS per Assoturismo sono fatte sulla base della saturazione dell’offerta ricettiva nazionale disponibile online, in pratica analizzando il tasso di occupazione delle strutture.

Le località di mare e i laghi sono state le mete più gettonate per questo inizio del mese, che segna l’inizio delle vacanze d’agosto – per chi ha la possibilità di fare vacanza, un fine settimana o qualche giorno in più.

«Non è certo una ripresa risolutiva del settore ma la voglia di viaggiare, il progressivo miglioramento della copertura vaccinale e il meteo caldo stanno spingendo il mercato di agosto», dice Assoturismo.

Il tasso di occupazione che era previsto per questo inizio del mese vede il flusso dei turisti concentrarsi soprattutto verso le località di mare e i laghi, che a fine luglio segnalavano un tasso di occupazione di oltre il 90%. Minore l’afflusso verso le località termali. Si rinforza un po’ il movimento verso le città d’arte, fra le più penalizzate dalla crisi che ha investito il settore del turismo.

In generale, dice ancora Assoturismo, il livello di saturazione dell’offerta si presenta abbastanza differenziato; le regioni con i tassi di occupazione più elevati sono la Liguria e le Marche. Una tendenza molto positiva c’è anche per il Trentino-Alto Adige, la Toscana e il Friuli-Venezia Giulia. Molte aree si attestano su valori superiori al 70% della capacità ricettiva presente sui portali.

Vacanze d’agosto, per quanti e dove?

Le vacanze d’agosto sono il grande classico dell’estate, anche se la pandemia sta portando dei cambiamenti nel profilo delle vacanze – si cercano vacanze in posti più vicino, in gran parte si rimane in Italia, si cercano più vacanze all’aria aperta.

Secondo un’analisi Coldiretti/Ixè diffusa in occasione del primo weekend di agosto, in questo mese saranno 20,8 milioni gli italiani in viaggio, che si concederanno almeno un giorno di vacanza fuori casa. C’è un calo dell’1% rispetto allo scorso anno. A pesare, dice Coldiretti, sono la paura del diffondersi della variante delta, le difficoltà economiche e i timori per il futuro. Da qui il calo di vacanzieri, circa 3 milioni in meno rispetto ad agosto 2019.

Alle vacanze d’agosto mancano all’appello circa 4 milioni di turisti stranieri e i pernottamenti dall’estero sono praticamente dimezzati, aggiunge Coldiretti.

Per quanto riguarda invece le vacanze degli italiani, e i cambiamenti più o meno forzati indotti dalla situazione sanitaria, il perdurare di una situazione di emergenza spinge quasi 1 italiano su 3 (32%) a scegliere una meta vicino casa, all’interno della propria regione di residenza.

Una quota rilevante di chi va in vacanza ha dunque scelto «ferie di prossimità alla riscoperta delle bellezze sotto casa». La spiaggia è sempre la meta preferita ma in alternativa alle mete più battute e affollate cresce anche il turismo in montagna e quello nei piccoli borghi.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)