Rossella Orlandi è il nuovo direttore dell’Agenzia delle Entrate. Il Consiglio dei Ministri di venerdì scorso ha infatti avviato la procedura per la nomina a capo dell’Agenzia di Rossella Orlandi, attuale Direttore Regionale del Piemonte, che occuperà il posto di Attilio Befera. La nomina è accolta con favore da Codici, che chiede “un cambiamento repentino” delle politiche di riscossione e un incontro con il nuovo vertice.
“Porgiamo i nostri migliori auguri al nuovo Direttore della Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi – commenta Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codici – auspicando un cambiamento repentino delle politiche di riscossione attuali, che finora hanno portato a risultati decisamente poco soddisfacenti. È anche per questo che chiediamo un incontro al nuovo Direttore, affinché si possa avviare un dialogo costruttivo sulle modalità di riscossione più idonee per il nostro Paese, per sconfiggere il fenomeno dell’evasione senza pesare eccessivamente sui cittadini già vessati dalla crisi economica attuale”. Da tempo l’associazione chiede un cambiamento di rotta e di strategia per l’Agenzia delle Entrate, perché “se quella portata avanti finora è stata una politica di riscossione inefficace, è arrivato il momento di cambiare, dare una svolta all’intera linea strategica dell’agenzia. I metodi di riscossione sono stati da più parti tacciati di aggressività e i risultati di tutto ciò sono sotto gli occhi di tutti”.
“Confidiamo in Rossella Orlandi per il cambiamento di rotta necessario – conclude Giacomelli – e per ricostruire un rapporto con i cittadini che con gli anni non ha fatto altro che inasprirsi sempre di più, ma che oggi potrà ricominciare in modo diverso”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

1 thought on “Agenzia Entrate, Rossella Orlandi nuovo direttore. Codici chiede inversione di rotta

  1. Non potrete pretendere alcun tipo di cambiamento all’esterno se non si instaura all’interno una gestione del personale legittima e legale.
    Questo sarà il vero segnale del cambiamento: legalità interna! Senza di essa nessun miglioramento è possibile!

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: