Solidando

Solidando, spesa gratuita per 300 famiglie in difficoltà

Un supermercato della solidarietà che ogni anno offre la spesa gratis a 300 famiglie in difficoltà. Questo fa Solidando, il supermercato benefico dell’associazione non profit “Istituto Beata Vergine Addolorata” (iBVA) di Milano.

Attivo dal 2017, Solidando offre ai più fragili la possibilità di fare la spesa in modo completamente gratuito, mettendo a disposizione tutti i beni di prima necessità. Per riempire il carrello non servono soldi: basta richiedere e utilizzare una tessera a punti che viene “caricata” sulla base delle accertate condizioni economiche della famiglia e del numero e dell’età dei componenti.

Solidando, il supermercato della solidarietà
Solidando, il supermercato della solidarietà

Per sostenere sempre più famiglie in difficoltà, quest’anno l’Istituto ha deciso di lanciare sulla piattaforma Rete del Dono la campagna di crowdfunding “A Natale aiuta una famiglia di Solidando”.

«Per aiutare 50 nuove famiglie – spiega Ripamonti – bastano 10mila euro. Grazie ad accordi speciali con i fornitori, alle donazioni di prodotti che riceviamo da parte di aziende e privati e all’aiuto gratuito di tanti amici, per ogni euro investito nel progetto una famiglia riesce, infatti, a prendere sui nostri scaffali mediamente 5 euro di prodotti. Anche un piccolo aiuto è fondamentale: una donazione di 20 euro vale per noi un intero mese di spesa per una famiglia in difficoltà».

Per sostenere l’iniziativa basta visitare la pagina di Rete del Dono dedicata al progetto – https://www.retedeldono.it/it/progetti/ibva/a-natale-sostieni-una-famiglia-solidando – e scegliere la modalità di donazione. «Aiutare Solidando significa fare qualcosa di concreto per rendere Milano un luogo più accogliente per chi ha di meno», conclude il direttore dell’iBVA.

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)