Caro-voli, Regione Sicilia: sconti in arrivo per i siciliani e primi provvedimenti

Caro-voli, Regione Sicilia: sconti in arrivo per i siciliani e primi provvedimenti (foto Pixabay)

Caro-voli, Regione Sicilia: sconti in arrivo per i siciliani e primi provvedimenti

Secondo quanto riferito da Confconsumatori, l’Osservatorio per il trasporto aereo della Regione Sicilia ha mosso i primi passi per la tutela dei viaggiatori: la Regione promette sconti per i viaggiatori siciliani; via alla battaglie per la continuità territoriale e nuove proposte per ferrovie e Antitrust

A seguito della seconda riunione dell’Osservatorio per il trasporto aereo della Regione Sicilia, che si è svolta pochi giorni fa, la Regione ha annunciato un contributo economico per i viaggiatori siciliani, che si tradurrà in una forma di sconto sui biglietti. L’Osservatorio, inoltre, ha accolto la proposta di Carmelo Calì, rappresentante del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, di chiedere il riconoscimento della condizione di insularità, come sperimentato in Sardegna. È quanto riferito da Confconsumatori, una delle associazioni che avevano denunciato il caro-voli verso le Isole in occasione delle festività pasquali.

“Allo studio – spiega l’Associazione – anche la proposta di integrare l’esposto all’Antitrust, estendendolo anche all’abuso di posizione dominante e a un provvedimento cautelare. Infine, la Regione ha inviato richiesta al Ministero dei Trasporti di miglioramento dei collegamenti ferroviari verso gli aeroporti”.

Caro-voli, gli sconti per i siciliani

Come spiegato da Confconsumatori, durante la riunione dell’Osservatorio l’assessore regionale alle Infrastrutture ha illustrato l’arrivo di una scoutistica che sarà applicata unicamente ai viaggiatori residenti in Sicilia e consistente in un contributo economico regionale da applicare a ogni tratta, con l’obiettivo di attenuare l’impatto economico del caro-voli. Si apre, quindi, la fase successiva, per verificare le modalità operative attraverso le quali tale opportunità si possa concretizzare.

L’Osservatorio ha recepito, quindi, la proposta fatta dal Consiglio Nazionale Consumatori Utenti nel corso della prima riunione, sulla necessità di portare avanti il percorso di riconoscimento della condizione di insularità e della continuità territoriale, per assicurare i giusti benefici ai residenti nel sistema dei trasporti, come già avviene per la Sardegna.

“Come avevo proposto – ha dichiarato l’avvocato Carmelo Calì, rappresentante del Cncu nell’Osservatorio e Vicepresidente di Confconsumatori – la continuità territoriale è la prima strada da percorrere. Sono contento che non solo la Regione, ma tutti i componenti dell’Osservatorio, abbiano condiviso questa scelta”.

Gli altri provvedimenti

Tra i provvedimenti, inoltre, Confconsumatori segnala la richiesta inviata dalla Regione al Ministero dei Trasporti per migliorare e incrementare i collegamenti ferroviari da e verso gli aeroporti siciliani, problema cronico che, se risolto, consentirebbe a moltissimi consumatori di spostarsi più agevolmente e con tempi e costi ridotti.

Infine, con riferimento all’ennesimo esposto della Regione all’Antitrust sul rincaro dei prezzi dei voli, è stato chiesto all’ufficio legislativo della Regione il parere sulla proposta di integrare l’esposto all’Antitrust, estendendolo anche all’abuso di posizione dominante e a un provvedimento cautelare. “Restiamo in attesa di tale parere – ha commentato Carmelo Calì – ci auguriamo che sia positivo e arrivi al più presto”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)