Il Codacons si dichiara pronto alla class action contro Facebook in caso di violazione alla privacy degli utenti italiani. “Se lo scandalo “Datagate” che sta investendo Facebook coinvolgerà anche gli utenti italiani, scatterà una class action promossa dal Codacons contro la società di Mark Zuckerberg”: questo quanto dichiara oggi l’associazione dopo la richiesta di chiarimenti avanzata dall’Agcom circa l’impiego dei dati per finalità di comunicazione politica da parte di soggetti terzi.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

“Al pari delle associazioni dei consumatori americane che sono scese legalmente in campo contro il social network, il Codacons sarà la prima organizzazione italiana a depositare una class action contro Facebook – dice il presidente Carlo Rienzi – Se saranno accertate condotte illecite circa l’uso dei dati sensibili degli utenti, la loro profilazione a fini politici e l’avvio di campagne di comunicazione a carattere elettorale, chiameremo la società a rispondere dei danni prodotti ai cittadini italiani iscritti al social network. Una class action che vedrà coinvolti oltre 30 milioni di italiani attivi su Facebook, e che sarà finalizzata a far ottenere agli utenti il giusto risarcimento dei danni morali subiti legati ad eventuali utilizzi illeciti di dati sensibili e alla violazione delle norme sulla privacy”.

1 thought on “Facebook, Codacons si dichiara pronto alla class action

  1. Finalmente sarebbe ora che i profitti siano tassati come qualunque altro prodotto ricavato in Italia

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: